Cerca
  • Redazione | Il Pensiero

Kant e l'intuizione intellettuale: une liaison dangereuse


Autore:

Alessandra Campo


Titolo [Ita]:

Kant e l'intuizione intellettuale: une liaison dangereuse.


Title [Eng]:

Kant and Intellectual Intuition: une liaison dangereuse


Data pubblicazione: 2022

Fascicolo: LXI - anno: 2022/1 - pp. 35-53

Lingua: Italiano.

DOI: 10.1400/288150


Abstract [Ita]

Nell’impianto critico l’intuizione intellettuale è, anzitutto, il contenuto di un divieto. Eppure, il rapporto che Kant vi intrattiene e, più in generale, quello che lo lega alle regole da lui stesso fissate al fine di garantire un sicuro orientamento del pensiero, non è privo di contraddizioni. Kant separa l’essere dal pensare ma, come i suoi lettori contemporanei rilevarono, qualche volta ha colmato il divario. L’intuizione intellettuale frequenta i paraggi della conoscenza critica e l’articolo si sofferma sia su questa prossimità che sulle conseguenze della sua messa al bando.


Parole chiave: Kant, intuizione intellettuale, idealismo trascendentale, criticismo, Schwärmerei.


Abstract [Eng]

Within the critical framework intellectual intuition is, first of all, the content of a prohibition. Yet, Kant's relationship to other forms of intuition and, more generally, to the rules he himself established in order to ensure a secure orientation of thought, is not without contradictions. Kant separates being from thinking but, as his contemporary readers were quick to point out, he sometimes bridged the gap. Intellectual intuition comes close to critical knowledge, and the article focuses both on this proximity and on the consequences of its exclusion.


Keywords: Kant, intellectual intuition, transcendental idealism, criticism, Schwärmerei.

 

Questo articolo può essere acquistato su Torrossa

http://digital.casalini.it/10.1400/288150