Cerca
  • Redazione | Il Pensiero

Postcritica: non più soggetto né sostanza


Autore:

Mariano Croce


Titolo [Ita]:

Postcritica: non più soggetto né sostanza


Title [Eng]:

Postcritique: No Longer Subject Nor Substance


Data pubblicazione: 2021

Fascicolo: LX - anno: 2021/1 - pp. 11-24

Lingua: Italiano.

DOI: 10.1400/282869


Abstract [Ita]

L’articolo tratta delle questioni ontologiche che fanno della postcritica una promettente metodologia d’indagine. La postcritica sarà descritta quale attitudine allo studio del reale come serie di configurazioni entro le quali le entità sono quel che sono in ragione dei legami che intessono tra loro. La postcritica è quindi in primo luogo un metodo di ricerca dei legami. L’articolo illustra le tre premesse fondamentali di tale proposta, ovvero la sua visione del soggetto, la teoria dell’azione che vi soggiace e la sua mereologia di base. Queste premesse non solo mostrano la distanza della postcritica dai paradigmi dominanti del Novecento filosofico, ma fanno luce sulle conseguenze più significative dell’ontologia relazionale: se le entità del reale non sono che effetti di relazione, nessuna entità è di per sé individuale, ma si lascia sempre individuare in un processo di astrazione.


Parole chiave: critica, Deleuze, Latour, ontologia, postcritica.


Abstract [Eng]

The article deals with the ontological questions that make postcritique a promising research method. Postcritique will be described as an attitude to the study of reality as composed of configurations within which entities are what they are by virtue of the ties they have to one another. Postcritique, firstly, is therefore a method to investigate ties. The article discusses the three fundamental premises of this proposal, namely its conception of the subject, its theory of action and its basic mereology. Not only do these premises make sense of the distance between postcritique and the dominant paradigms of nineteenth-century philosophy; they also clarify the most relevant consequences of its relational ontology. The entities that compose reality are relational effects, so much so that no entity is per se individual. Rather, it is amenable to individuation within a process of abstraction.


Keywords: critique, Deleuze, Latour, ontology, postcritique.

Questo articolo può essere acquistato su Torrossa

http://digital.casalini.it/10.1400/282869