top of page

Il punto magico della vita


Autore:

Luigi Vero Tarca


Titolo [Ita]:

Il punto magico della vita


Title [Eng]:

The Magic Point of Life


Data pubblicazione: 2023

Fascicolo: LXII - 1 anno: 2023/1 - pp. 17-35

Lingua: Italiano

DOI: 10.1400/292238


Abstract [Ita]

L’autobiografia si limita qui a tratteggiare il percorso filosofico. A partire dalla contrapposizione tra esperienza (vita) e verità (filosofia), si individua nell’in-negabile il punto magico nel quale ciò che ha valore per il soggetto coincide con ciò che si dà nella realtà. Ma l’innegabile, assunto come principio universale, conduce all’autodistruzione. La via filosofica qui tratteggiata ruota attorno all’idea che per risolvere tale problema si debba mettere in questione, piuttosto che l’universalità, la negazione. Viene così proposta una prospettiva libera dalla negazione, cioè basata sulla «pura differenza», e proprio per questo capace di liberarsi anche dalla contraddizione. Ma tale “soluzione”, essendo puramente teorica e quindi formale, richiede un’integrazione, che deve essere di tipo pratico: la pratica filosofica. La quale però, reintroducendo nella filosofia la vita concreta, conduce a un fallimento completo, che tuttavia risulta così completo da dissolvere anche il principio egoico aprendo così lo spazio dell’autentica sincerità. Proprio questa nuova consapevolezza conduce al punto nel quale un’autentica autobiografia potrebbe davvero incominciare.


Parole chiave: autobiografia, verità, vita, innegabilità, pratica filosofica.


Abstract [Eng]

In this essay, the autobiography limits itself to tracing the philosophical path. Starting from the contrast between experience (life) and truth (philoso­phy), the magic point in which what has value for the subject coincides with what is given in reality is identified with the un-deniable. But the undeniable, assumed as a universal principle, leads to self-destruction. The philosophical path here outlined revolves around the idea that, in order to solve this problem, negation should be questioned rather than universality. Thus a perspective free from negation is proposed, i.e. a view based on «pure difference» and for this very reason capable of freeing itself from contradiction as well. But this “solution”, being purely theoretical and therefore formal, requires an integration that must be of a practical kind: philosophical practice. However, by reintroducing concrete life into philosophical inquiry, this practice leads to a complete failure, but this failure is so complete as to dissolve even the egoic principle, thus opening the space for authentic sincerity. It is precisely this new awareness that leads to the point where an authentic auto­biography could really begin.


Keywords: autobiography, truth, life, undeniability, philosophical practice.

 

Questo articolo può essere acquistato su Torrossa

http://digital.casalini.it/10.1400/292238

bottom of page