top of page

Call for papers n. LXII/1 – Autobiografia



Scadenza: 30 novembre 2022


La redazione della rivista di filosofia «Il Pensiero» seleziona contributi originali in forma di saggi e recensioni per il fascicolo dedicato al tema:

Autobiografia

Il termine ultimo per la presentazione dei contributi è il 30 novembre 2022; la risposta sarà comunicata dalla redazione entro il 28 febbraio 2023. I contributi non dovranno superare i 45.000 caratteri, inclusi gli spazi e le note, e dovranno essere accompagnati da un abstract in italiano e in inglese, di massimo 1200 caratteri ciascuno, e 5 parole-chiave (in italiano e in inglese).


L’uscita del fascicolo è prevista per aprile 2023.


Curatore del volume: Massimo Adinolfi – Università degli Studi di Napoli Federico II


«Mi sembra indispensabile dire chi io sono»: così scrive Nietzsche, con parole agitate, nel primo paragrafo di Ecce homo,mettendo il racconto della sua vita – nel giorno in cui tutto matura, e l’uva è più scura – in relazione al suo tempo, ai contemporanei, alla verità e alla possibilità di sopportarla, alla fedeltà o all’infedeltà dell’ascolto, alla solitudine e all’amicizia nel sapere e nella filosofia.

Una soglia – tra autobiografia e contemporaneità – che non è possibile ignorare, anche se è ovviamente possibile disegnarla altrimenti. Come trattare il pronome di prima persona? Come un punto inesteso, che al limite scompare (Wittgenstein nel Tractatus: «il soggetto che immagina, pensa, non v’è», § 5.631), o come l’ineludibile momento preparatorio di ogni interpretazione del senso dell’essere (Heidegger in Essere e tempo: «L’essere di cui ne va per questo ente nel suo essere, è sempre mio», § 9)?

Avendo questa domanda sullo sfondo, il volume varca la soglia segnata da Nietzsche e tenta di affrontare il nodo della prova autobiografica in filosofia. Non semplicemente riflettendovi su, come è doveroso fare nelle consuete vesti accademiche e secondo tutti i rigori della ricerca scientifica, ma invitando i contributori a condurre una simile prova in prima persona, non considerando quindi la propria biografia un inciampo bensì piuttosto una risorsa preziosa.

Il volume raccoglie dunque, tramite la “Call for Papers”, i materiali che possono consentire di porre “in generale” il tema del sapere autobiografico, del rapporto fra vita e scrittura filosofica in relazione alle principali figure che, in età moderna e contemporanea, lo hanno tematizzato, ma tenterà anche di rappresentare un certo numero di percorsi di pensiero e di vita che, senza assurgere in alcun modo a un valore esemplare, potranno costituire una testimonianza di quel rapporto con la contemporaneità che, secondo Nietzsche, è indispensabile declinare in prima persona, ergo kai logo.


Commentaires


bottom of page