top of page

Intorno al non sapere


Autore:

Massimo Adinolfi


Titolo [Ita]:

Intorno al non sapere


Title [Eng]:

About Not Knowing


Data pubblicazione: 2023

Fascicolo: LXII - 2 anno: 2023/2 - pp. 55-67

Lingua: Italiano

DOI: 10.1400/293849


Abstract [Ita]

Non ha la conoscenza una faccia rivolta al pubblico e una che ne costituisce il verso? Non esiste una scena, ma anche un retroscena della conoscenza? Ma come guardare a questo lato in ombra se la conoscenza è per definizione votata alla verità pubblica? La genealogia di Carlo Sini, che è giunta negli ultimi anni a una fruttuosa riflessione sulle pratiche – non solo un mero esercizio di analisi critica delle culture, dei linguaggi, dei sistemi concettuali o anche delle condizioni materiali che renderebbero possibile l’impresa della conoscenza –, si è sempre misurata con questo acuto paradosso. Il saggio che qui si presenta si dedica ad alcuni momenti chiave di un confronto che, passando per luoghi fondamentali della tradizione teorica occidentale, sembra infine raccogliersi in una consapevolezza – in una coscienza distinta dalla conoscenza, per dirla con Kant – o forse meglio nell’emozione con cui la conoscenza, come abitudine di vita, si incarna nell’esercizio del filosofare.


Parole chiave: genealogia, fenomenologia, evento, segno, vita quotidiana.


Abstract [Eng]

Doesn’t knowledge have a face turned towards the public and one that constitutes its verso? Isn’t there a stage, but also a backstage of knowledge? However, how can one look at this dark side if knowledge is by definition devoted to public truth? Carlo Sini’s genealogy, which has in recent years arrived to a fruitful reflection on practices – not just a mere exercise in critical analysis of the cultures, the languages, the conceptual systems or even the material conditions that would make the enterprise of knowledge possible – has always grappled with this acute paradox. The essay presented here focuses on some key moments of this confrontation, which, passing through the fundamental places of the Western theoretical tradition, seems ultimately to gather into an awareness – consciousness distinct from knowledge, in Kant – or perhaps better in the emotion with which knowing, as a habit of life, is embodied in the exercise of philosophizing.


Keywords: genealogy, phenomenology, event, sign, everyday life.

 

This paper can be purchased on Torrossa

Opmerkingen


bottom of page