top of page

Dalla metafisica dell’ente al transitare delle pratiche


Autore:

Francesco Valagussa


Titolo [Ita]:

Dalla metafisica dell’ente al transitare delle pratiche. Il vuoto della soglia e l’antropologia trascendentale


Title [Eng]:

The Metaphysics of Entity to the Transit of Practices. The Emptiness of the Threshold and Transcendental Anthropology


Data pubblicazione: 2023

Fascicolo: LXII - 2 anno: 2023/2 - pp. 69-82

Lingua: Italiano

DOI: 10.1400/293850


Abstract [Ita]

Il saggio prova a delineare lo stile di pensiero che emerge dagli scritti di Carlo Sini. Il punto chiave è l’abbandono della “metafisica dell’ente”: contestare la nozione di ente, riconducendola a una costruzione del pensiero occidentale, consente a Sini di avviare quel percorso che lo porta all’indagine genealogica, a indagare la verità nel transitare delle diverse pratiche che l’umanità ha attraversato. Dopo aver individuato nel rapporto non dialettico di interno ed esterno uno dei nuclei fondamentali di questo pensiero, il saggio si sofferma sulla nozione di potere invisibile e sull’esigenza di assumere un nuovo abito di pensiero. Senza alcuna pretesa di fondazione, per evitare che tale impresa si riduca a mera retorica, si deve intendere il senso di quello strano ossimoro che Sini chiama antropologia trascendentale.


Parole chiave: metafisica, antropologia trascendentale, soglia, scrittura, mente.


Abstract [Eng]

The essay attempts to outline the style of thought that emerges from Carlo Sini’s writings. The key point is the dismissal of the “metaphysics of being”: contesting the notion of being, reducing it to a construction of Western thought, allows Sini to set out on the path that leads him to genealogical enquiry, to investigate the truth in the transition of the different practices that humanity has gone through. After identifying in the non-dialectical relationship of interior and exterior one of the core elements of this thought, the essay dwells on the notion of invisible power and on the need to assume a new habit of thought. Without any claim of foundation, lest this enterprise be reduced to mere rhetoric, we must understand the meaning of that strange oxymoron that Sini calls transcendental anthropology.


Keywords: metaphysics, transcendental anthropology, threshold, writing, mind.

 

This paper can be purchased on Torrossa

Comentários


bottom of page